Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_algeri

Concerto "AMAIUS - Contus de oi cun sa maia de àturus tempus" di Elena Ledda

Data:

21/11/2017


Concerto

 

In occasione della seconda edizione della Settimana della Cucina Italiana nel mondo

L'Ambasciata d'Italia e l'Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con l'Etablissement Arts et Culture di Algeri e l'Hôtel Méridien di Orano vi invitano ad un concerto di musica della cantante sarda Elena Ledda.

Martedì 21 novembre 2017 alla Sala Ibn Khaldoun di Algeri alle 19:30 e mercoledì 22 novembre 2017 all'Auditorium dell'Arbergo Méridien di Orano alle 18:00.

 

 

Musiche originali e arrangiamenti di MAURO PALMAS, ELENA LEDDA, SILVANO LOBINA, MARCELLO PEGHIN

Testi originali: GABRIELA LEDDA

Con: ELENA LEDDA voce,

MAURO PALMAS mandole, SIMONETTA SORO, voce MARCELLO PEGHIN chitarra, SILVANO LOBINA basso, ANDREA RUGGERI, batteria

Dopo il lavoro dedicato al sacro, Elena Ledda presenta “Làntias, un nuovo progetto che va nella direzione dell’impegno. Làntias sono i lumi che sia in senso letterale che simbolico rischiarano le zone d’ombra dell’esistenza. Le zone d’ombra sono quelle in cui si muovono
cose, persone, accadimenti che non riusciamo a mettere totalmente a fuoco, ma che possiedono una grande forza di attrazione. Le làntias, con la loro luce, ci permettono di definirle e coglierne appieno l’essenza.

Dalla scrittura di testi poetici e composizioni musicali originali sono scaturiti i temi legati all’impegno civile e sociale, senza dimenticare gli aspetti più intimi e personali delle vicende umane.

I temi dell’emarginazione, dell’emigrazione, del lavoro, la questione femminile, le solitudini dei più deboli, le relazioni interpersonali, incardinati nella potenza della scrittura poetica e musicale.

Un progetto ambizioso che vede la grande forza creativa e interpretativa di Elena Ledda con a fianco il gruppo, che costantemente progetta e condivide il suo lavoro.

A Settembre 2017 è prevista l’uscita discografica di questo progetto

AMAIUS - Contus de oi cun sa maia de àturus tempus

Musiche originali e arrangiamenti di MAURO PALMAS, ELENA LEDDA, SILVANO LOBINA, MARCELLO PEGHIN

Con: ELENA LEDDA voce, SIMONETTA SORO voce MAURO PALMAS mandole, MARCELLO PEGHIN chitarra, SILVANO LOBINA basso

Elena Ledda, assoluta protagonista del canto della nostra terra, presenta un originale viaggio poetico nel quale offre al pubblico, con
la singolare forza espressiva della sua voce, struggenti ed evocative storie che trasudano passione e raccontano l'amore dell'artista per la sua terra. Un lavoro di straordinaria intensità dove l'antico e il nuovo si fondono in continuazione nella versatile e potente voce
della cantante.

Il progetto nasce dal desiderio di contribuire al riconoscimento alla lingua sarda dell’efficacia e della contemporaneità nelle sue infinite possibilità di espressione.

Proseguendo il lavoro di riproposizione di temi universali (nascita, crescita, lavoro, sacralità) legati fortemente alla tradizione, nasce un percorso interamente scritto in lingua sarda da Maria Gabriela Ledda, che sviluppa questi temi nella dimensione della nostra contemporaneità. Storie di vita quotidiana, sogni e desideri di uomini e donne della nostra realtà raccontate con il canto da Elena Ledda e Simonetta Soro. Canti accompagnati da musiche originali influenzate da atmosfere jazz e mediterranee alternate a cadenze ora malinconiche, ora amare, ora dolci e vitali magistralmente esaltate da preziosi arrangiamenti.

Con lei l’immancabile ensemble di primo livello composto da: Mauro Palmas, da sempre compagno dei percorsi musicali della cantante con la sua mandola, Silvano Lobina al basso, Simonetta Soro (voce) e Marcello Peghin alla chitarra.

Informazioni

Data: da Mar 21 Nov 2017 a Mer 22 Nov 2017

Orario: Alle 19:30

Ingresso : Libero


Luogo:

Sala Ibn Khaldoun e Auditorium de l'Hôtel Méridien

Testata:

Concerto AMAIUS

Autore:

Elena Ledda

629